Testimonianze

A tutte le fidanzate, a tutte le mogli e a tutti i militari che vivono questa situazione chiediamo di esprimere qui le vostre esperienze, liberamente...

37 commenti:

  1. Ciao a tutti,

    sono Erica Zoncheddu una delle amministratrici del blog. Il pendolarismo è un problema reale che si ha l'interesse a nascondere per paura di subire ritorsioni. Noi non intendiamo sfidare il sistema militare e neppure le istituzioni, ma chiediamo di estendere un diritto presente sulla Costituzione Italiana, quale il diritto alla famiglia, un diritto riconosciuto solo ai militari che hanno un coniuge impiegato nella pubblica amministrazione, mentre il settore privato viene totalmente discriminato.
    Vi racconto la mia esperienza:
    Tra qualche mese diventerò la moglie di un militare dell'esercito italiano, che da 10 anni presta servizio in una regione differente dal luogo in cui risiede.Dopo anni di precariato ho un contratto stabile, che consente di poter contare su uno stipendio fisso di vitale importanza per il sostentamento dell’intera famiglia, ottenuto dopo molti sacrifici e che è stato fondamentale per l’acquisto di una casa tanto desiderata (con tanto di mutuo concesso grazie a due buste paga e che altrimenti sarebbe stato impensabile ottenere!!). Dopo anni e anni continua a fare il pendolare e a macinare chilometri e chilometri per raggiungere la città in cui risiediamo, per poter trascorrere insieme del tempo prezioso. Tutto questo senza considerare le missioni di pace, i servizi, le esercitazioni, i campi, e tutti i suoi doveri che lo portano lontano da casa per settimane e in alcuni casi per mesi.Da cittadina italiana chiedo tutela per il mio posto di lavoro, perché considerata la crisi economica mi ritroverei ad essere disoccupata o nuovamente precaria, rischiando di dover vendere la nostra casa solo perché le istituzioni e i poteri forti continuano ad essere indifferenti al ricongiungimento familiare e quindi al benessere del personale militare. Non intendo diventare l'ennesima vittima del sistema, tutti dobbiamo avere gli stessi diritti, il lavoro non può essere considerato di serie "B" solo perché si tratta di privati.
    Non temete, per portare avanti questo progetto abbiamo bisogno anche delle vostre testimonianze firmate.
    Erica Zoncheddu

    RispondiElimina
  2. Buonasera
    mi chiamo Viviana Vino e, con Erica, sono una delle tre amministratrici del blog.
    Anch'io vi sto scrivendo stasera, dopo l'ennesima giornata trascorsa sola, perchè voglio condividere con voi quello che sento e, soprattutto, penso di tutta questa situazione.
    Sono le moglie da circa un anno (fidanzata da 11) di un militare dell'esercito italiano dislocato a Roma e che presta servizio per il nostro paese, da oltre 10 anni, in una regione diversa dal luogo di residenza.
    Il problema che discutiamo in questo blog, e per il quale ci stiamo battendo con tutte noi stesse, è un problema che da anni affligge noi e tante altre mogli e figli di militari che vivono la nostra stessa situazione.
    Credo fermamente nel matrimonio e nella famiglia e, soprattutto, nella difesa del diritto della stessa.
    Camus scriveva "Non camminare davanti a me, potrei non seguirti, non camminare dietro di me, potrei non esserti di guida. Cammina al mio fianco e fatti mio compagno di viaggio per sempre."
    Questa stupenda frase, che ha accompagnato la celebrazione del mio matrimonio, è sempre scolpita nel mio cuore, ma purtroppo non rispecchia la realtà.
    È drammatico amare una persona, decidere di voler intraprendere un cammino di vita insieme, ma sapere che, in realtà, quella parola "INSIEME" sarà sempre e solo un'UTOPIA.
    Solo chi lo vive sulla propria pelle può capire cosa si prova.
    Svegliarsi ogni mattina senza l'altra metà della tua esistenza accanto, dover affrontare ogni singolo giorno non con la gioia di arrivare alla sera dopo una giornata di lavoro e rivedere tuo marito, ma con l'angoscia di essere soli.
    Affrontare la vita e i suoi problemi attraverso il filo di un telefono, attraverso un sms.
    Non volere dei figli, considerati un Dono, per paura di doverli consolare ogni volta che vedono il loro papà, part time, preparare la valigia e ripartire, ripartire verso una vita che spesso non si sceglie per volontà, ma per esigenza e per la quale, comunque, giorno dopo giorno, si dà il massimo.
    Dovere spiegare a dei bambini che il loro papà non li sta abbandonando, ma sta andando a lavoro, è una sofferenza immane!!!!!!
    Aspettare con ansia il momento in cui ci si rivede e si sta insieme qualche ora, con la consapevolezza, peró, che quella non è routine, non è la quotidianità fatta di piccoli momenti di condivisione come addormentarsi, svegliarsi e fare colazione insieme o scambiarsi un abbraccio quando si ha voglia.
    Attualmente, io e mio marito, non abbiamo alcuna possibilità di ricongiungerci perché allo stato attuale non esiste legge o circolare interna che preveda il suo trasferimento essendo io impiegata nel settore privato.
    La Costituzione Italiana, infatti, prevede il Diritto alla Famiglia che, in questo momento, viene riconosciuto solo ai militari sposati con coniuge impiegato nella pubblica amministrazione.
    Io, invece, ho un lavoro a tempo indeterminato nel settore privato ed è impensabile, con la situazione occupazionale presente in Italia, lasciare il lavoro e ricongiungermi a mio marito perché lo stipendio che percepisco ci consente di pagare il mutuo, le bollette e tutte le spese che ci sono quotidianamente.
    Non è possibile che, nel 2013, ci siano ancora queste discriminazioni, che ci siano ancora famiglie di serie A e B. Chiedo che il Diritto alla famiglia ci venga riconosciuto!!!!
    Non dobbiamo avere paura di esporci e, soprattutto, abbiamo bisogno di tutti per vincere questa battaglia!!!
    Contattaci se credete in queste parole e se vivete il nostro stesso disagio, perchè la vita è una sola e va vissuta con pari dignità e serenità da TUTTI.

    Viviana Vino



    RispondiElimina
  3. “Quando non ci sei, non so chi di noi due è assente...”
    Questa è l'essenza della nostra vita, costruita sulle assenze, i ritorni, l'amore condiviso solo nei giorni di licenza e nei fine settimana. Anch'io sono la moglie di un militare dell'esercito italiano che presta servizio lontano dalla nostra regione di residenza.
    Dopo 6 anni di fidanzamento abbiamo deciso di sposarci e coronato il sogno di vivere insieme. Ci siamo sposati per condividere la vita, quella vita che ormai non ha un posto stabile dove ritrovarsi tutte le sere, abbracciarsi quando non tutto va bene.
    In questi anni ho vissuto il malessere del mio compagno crescere sempre di più ogni volta che deve prepararsi per andar via e percorrere chilometri e chilometri per raggiungere il posto di lavoro. Tale disagio aumenterà sempre più quando sentirà l'impossibilità di poter vivere quotidianamente suo figlio, rimboccargli le coperte ogni sera prima di andare a letto o accompagnarlo a scuola al mattino. Ciò che rende preoccupante questa situazione è la consapevolezza che non vi è nessuna via d'uscita, che ancora per molti anni siamo tutte condannate a vivere come mogli part-time, attendendo un improbabile trasferimento o un cambio alla pari.
    E' oltretutto impensabile per me, considerata la crisi economica in atto e l'improbabile rapido reimpiego, cessare la mia attività lavorativa e raggiungere mio marito a quasi 600 km di distanza da casa.
    Perciò, per migliorare lo stile di vita dei militari e tutelare il diritto alla famiglia sancito costituzionalmente, chiediamo l'approvazione del ddl che equipara il lavoro nel pubblico impiego con quello nel settore privato.
    Marianna Molinini, terza amministratrice del blog

    RispondiElimina
  4. Ciao a tutti,sono un militare che presta servizio a Torino e da un anno dopo 7 di fidanzamento mi sono sposato con mia moglie che lavora stabilmente e con contratto a tempo indeterminato a Parma.
    Viviamo ogni santo giorno con l'attesa esasperante del Venerdi per poi salutarci subito dopo due giorni.
    Essendo anche lei pugliese è da sola senza nessuno dei parenti vive la solitudine sapendo che avendo portato lo svecchiamento a 37 e ripeto 37 anni(io ne ho 29 )il nostro ricongiungimento è impossibilecome impossibile sarebbe avere un figlio,cosa che ci fà male da morire e questo ci fa chiedere spesso perchè per soli 250 Km con la possibilita per me di svolgere il mio stesso incarico nelle vicinanze,con una casa di proprietà a Parma,con un mutuo sulle spalle,e con uno stato quello della famiglia tutelato costituzionalmente,siamo costretti a non viverci e per lo più a non mettere al mondo un figlio?
    Quanto costa a questi signori ascoltarci e valutare la situazione?
    Spero con tutto me stesso che si riesca ad ottenere dei risultati anzi io sono sicuro che si otterranno.
    Giornalmente ne parlo ovunque della petizione ce la faremo vedrete.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao Armando, ti ringraziamo per la tua testimonianza.
      Stiamo veramente facendo il possibile affinché questa ingiustizia abbia fine. Speriamo che la tua sia la prima di tante testimonianze di militari e familiari che vivono questa insopportabile situazione.
      Ad oggi siamo ancora troppo pochi. Tutti si lamentano, ma nessuno racconta la sua storia, nessuno cerca, come noi, di far capire ai poteri forti, che oggi ci ignorano anzichè tutelarci, che non è possibile negare un Diritto come quello della Famiglia. Non possiamo e non dobbiamo continuare a subire questo. Continua a parlare con amici, parenti e conoscenti della petizione ed invita tutti coloro che vogliono cambiare questa condizione a raccontare la propria storia, a firmare la petizione e magari, questo sarebbe il top, a contattarci in privato per aiutarci in questa battaglia.
      Abbiamo bisogno di tutto l'aiuto possibile.
      Grazie
      Viviana Vino

      Elimina
  5. Poche e semplici righe che spiegano la nostra drammatica situazione: lontani dalla nosta terra (sicilia) e quindi dalle nostre famiglie, lui militare che lavora in Piemonte (dopo 9 anni di precariato entra in servizio permanente), io fisioterapista che lavoro in Lombardia (dopo 3 anni di precariato ho appena ottenuto il contratto a tempo indeterminato). Trasferimento impossibile da ottenere= 2 stipendi miseri, doppio affitto, doppie spese, spese di viaggio per vederci venerdì e sabato per poi rimettersi in viaggio la domenica( mai una domenica serena!). Come si può pensare di fare progetti in una situazione del genere? Mettere al mondo dei figli significherebbe aggiungere alle spese sopra citate, anche le spese di asilo per non parlare della difficoltà di dover crescere un figlio con un padre part- time! O dovrei prendere in considerazione l' idea di lasciare il lavoro che amo e per il quale ho studiato? Triste e cruda realtà di una giovane coppia che avrebbe tanta voglia di diventare una famiglia!!!

    RispondiElimina
  6. Ciao a tutti,
    sono una ragazza di 27 anni,da 10 fidanzata con un militare che sin dall'inizio ha lavorato lontano dalla sua regione d'origine e dagli affetti più cari. Cresciuti "vicini" grazie all'aiuto della tecnologia,ma divisi nella realtà da svariati km. Condividiamo pochissimi giorni al mese insieme e ci perdiamo tutto quello che di bello e anche di brutto c'è nella quotidianità del rapporto a due, dalle feste in famiglia,alle vittorie personali,alle preoccupazioni,alle ansie o alla semplice uscita settimanale con gli amici dell'ultimo momento. Stiamo cercando di coronare il nostro sogno,quello comune alla maggior parte di noi, abbiamo acquistato casa nel nostro paese d'origine (dove lavoro con un contratto a tempo indeterminato nel settore privato) e a breve fisseremo la data delle nozze,ma il cruccio più grande è quello di non sapere quando realmente il nostro nido sarà il suo/nostro unico punto di riferimento giornaliero per ritrovarci e in un futuro,se Dio vorrà, seguire la crescita dei nostri figli. L'attuazione di questa circolare risulterebbe una valida soluzione sia per motivare ancora di più i nostri uomini,che lavorerebbero bene e renderebbero di più (perchè sereni e rilassati), sia per tutelare quel diritto alla famiglia che per Costituzione e aggiungerei per principio è un diritto di tutti i cittadini italiani.
    Angela

    RispondiElimina
  7. Ciao a Tutti, ed ecco la Mia storia: fidanzata da otto anni, sposata da un mese. Io con lavoro a tempo indeterminato da sei anni (attualmente lavoro a Torino), Ci separano 300 km perché Lui lavora in provincia di Bologna... questa triste realtà Mi fa pensare che per ottenere che il disegno di legge venga approvato, bisognerebbe "farsi realmente sentire costantemente"... mail, lettere, post su internet, ecc... tutto bene... Ma dovremmo fare di più... Ho il continuo pensiero che organizzare una manifestazione potrebbe essere un ulteriore tentativo... che ne pensate? Da ricordare ... L'unione fa la forza ... Francesca

    RispondiElimina
  8. Ciao a tutti mi chiamo Giorgio e sono un militare dell' Esercito Italiano, volevo raccontarvi la mia storia: Lavoro nell'Esercito ormai da dieci anni, quest'anno mi sono sposato e insieme stiamo "convivendo" nella nostra bella casa fatta di tanti sacrifici, mia moglie lavora a tempo indeterminato ormai da 4 anni e se non fosse per lei non avremmo mai potuto comprare casa, infatti quando mi sono presentato in banca con la mia sola ed unica busta paga...beh vi lascio immaginare la faccia del direttore...per fortuna grazie alla seconda busta paga siamo riusciti ad ottenere il mutuo. Purtroppo ci ritroviamo a più di 500 Km di distanza...e non solo c'è anche un mare che ci separa, quindi le cose si complicano, attualmente vedo mia moglie solo 10 giorni al mese, come si può andare avanti così?? Come militari dell'Esercito abbiamo giurato fedeltà alla Repubblica Italiana, di osservarne la Costituzione e le leggi...quella stessa Costituzione che dice:

    La Repubblica riconosce i diritti della famiglia come società naturale fondata sul matrimonio. Il matrimonio è ordinato sulla eguaglianza morale e giuridica dei coniugi, con i limiti stabiliti dalla legge a garanzia dell'unità familiare".

    Non mi sembra che questo articolo riguardi le nostre famiglie...

    È dovere e diritto dei genitori mantenere, istruire ed educare i figli, anche se nati fuori dal matrimonio.

    Come posso mantenere, istruire ed educare mio figlio vedendolo 10 giorni al mese?

    La Repubblica agevola con misure economiche e altre provvidenze la formazione della famiglia e l'adempimento dei compiti relativi, con particolare riguardo alle famiglie numerose. Protegge la maternità, l'infanzia e la gioventù, favorendo gli istituti necessari a tale scopo.

    Non mi sembra, le Forze Armate hanno attualmente gli stipendi bloccati fino al 2015

    RispondiElimina
  9. Sulla petizione "http://www.change.org/petitions/ricongiungimento-familiare-delle-forze-armate", sono presenti numerosi commenti scritti da coloro che vivono in prima persona il problema del ricongiungimento familiare. Come abbiamo ampiamente comunicato, questo disagio è vissuto dalla gran parte dei militari italiani.



    Cinzia Nioi
    Stessa situazione...marito 12 anni nelle forze armate ed io lavoro a tempo indeterminato nel privato da 12 anni..con una bimba di 16 mesi!!!e ancora nessun segno di trasferimento!!!!!

    Orlando Rossi
    ma possibile che le famiglie di Italiani che servono la Nazione debbano pietire per quello che per molti delinquenti è un diritto?W le Ff.Aa.!

    Elisa Micocci
    Sono nove anni che conosco mio marito siamo sposati da quattro e abbiamo una bimba di otto mesi.....se prima era difficile ora e'un inferno. Vedere la bambina piangere e toccare lo schermo del computer ogni volta che vede il suo papà tramite Skype mi si spezza il cuore....

    Salvatore Palazzo MUGNANO DI NAPOLI,
    Sembra una cosa davvero normale, anzi giusta, che possa avvenire questo ricongiungimento....

    pasquale scaramozzino
    per evitare discriminazioni tra mogli dipendenti del settore privato e quelle dipendenti da una p.a.

    Michele de Chirico
    Perché è un decennio che leggo la sofferenza sul volto di mio figlio.

    Mirela Munteanu SANREMO,
    Poveri voi, capisco la vostra sofferenza e spero che presto cambi la situazione...29 days ago Liked 1

    Per il mio futuro .

    giacomo scuderi CATANIA,
    xchè anch'io sono stato lontano dalla famiglia x ben 14 anni!

    grazia cipollino ITALYabout
    Il diritto alla serenità FAMILIARE consente di affrontare ogni tipologia problematiche con la giusta grinta!

    Sergio Arras ITALYabout
    Sono un militare e capisco benissimo la problematica perchè la vivo ogni giorno.

    faenza boscarato ITALY
    sono solidale con chi ha questo problema

    mercorella rosalia ITALIA, ITALY
    anche mio figlio è militare

    Maria Cristina Mottana ITALY
    Una mia carissima zia ha vissuto per molti anni una situazione simile!

    Benito Liuzzo VOLPIANO, ITALY
    l'amministrazione può benissimo fare una circolare e facilitare un legittimo diritto dei cittadini.

    nella privitera ITALYabout 1 month ago Liked 1
    e' importante per me perché figlia e sorella di militari e ho vissuto sulla mia pelle tale disagio.

    Alberto Caruso de Carolis ITALY
    Firmo perché è un diritto previsto dalla Costituzione:


    RispondiElimina
  10. "La Repubblica riconosce i diritti della famiglia come società naturale fondata sul matrimonio. Il matrimonio è ordinato sull’eguaglianza morale e giuridica dei coniugi, con i limiti stabiliti dalla legge a garanzia dell’unità familiare."

    gianfranco zaccaria ITALYabout 1 month ago Liked 1
    perchè siamo tutti Italiani ed ancora oggi sentire che ci sono Italiani di serie B mi fa incazzare.

    RITA CUPELLONI ITALYabout 1 month ago Liked 1
    Firmo perché un militare continua ad essere una persona e un cittadino. Le istituzioni devono rispettarlo in quanto tale e non limitarsi ad usarlo come fosse un utensile.

    Purtroppo un po' in tutti i settori si è andato perdendo il senso dell'umanità. Oltre che del buon senso.

    carlo cassone LEPORANO, ITALYabout 1 month ago Liked 1
    Sono completamente d'accordo sul fatto che i militari possano vivere la loro vita senza dover vivere lontano dalle proprie famiglie.

    Orietta Delfino PALUZZA (UD), ITALYabout 1 month ago Liked 1
    sono figlia di un militare

    Igor Battisti ARCO TN, ITALYabout 1 month ago Liked 1
    tutti devono essere felici. :-)

    Francesca Cavestro ITALYabout 1 month ago Liked 1
    Tutti abbiamo diritto a una famiglia; tutti abbiamo diritto di essere felici con le persone che amiamo; tutti abbiamo diritto di essere felici. Molto spesso le persone non lo capiscono, e perciò non possiamo mai essere appagati e soddisfatti a pieno nella nostra vita. E' il momento di far comprendere a tutti cosa significa essere troppo lontani da cose o persone che amiamo e vogliamo; è il momento di un cambiamento!

    Davide Catto ITALYabout 1 month ago Liked 1
    Il disagio che queste famiglie stanno vivendo pregiudica la loro felicità, è quindi compito delle istituzioni curarsi del benessere dei propri cittadini.

    michele nappo ITALYabout 1 month ago Liked 1
    perché il diritto e la dignità deve essere uguale per tutti.-

    Claudiogiuseppe Scarpone LAMPEDUSA, ITALYabout 1 month ago Liked 1
    La famiglia e' alla base della societa', il lavoro e la moneta una necessita' principale

    landini giovanni AREZZO, ITALYabout 1 month ago Liked 1
    perchè e profondamente giusto necessario e indispensabile

    Claudia Baselli TRIESTE, ITALYabout 1 month ago Liked 1
    E' assurdo che i dipendenti privati siano considerati di serie B in tutti i frangenti ! I cittadini italiani DEVONO avere tutti gli stessi diritti !

    Giuseppe SIGNORE ITALYabout 1 month ago Liked 1
    SPERO TANTO CHE QUESTA MIA SERVI, PREGO I MIEI AMICI DI FB. A FARE LO STESSO.

    salvatore mazzara ITALYabout 1 month ago Liked 1
    Per solidarietà sono con voi

    paolo congedo ITALYabout 1 month ago Liked 1
    perche in uno stato che fa relativamrnte poco per i militari almeno questo e' un obligo morale.

    Cloderico Padovano ITALYabout 1 month ago Liked 1
    Le famiglie nascono per condividere i momenti si e momenti no. Si è vero siamo militari e abbiamo fatto una scelta di vita ma i nostri figli no e pertanto è doveroso agevolare il ricongiungimento per il bene della famiglia. In bocca al lupo Erica Vi auguro ogni bene saluti by Rico

    veronica cedrone MILANO, ITALYabout 1 month ago Liked 1
    mio fratello fa parte dell' EI e sta mettendo su famiglia

    Fiorenza Valentini ITALIA, ITALYabout 1 month ago Liked 1
    Questa norma dovrebbe entrare al più presto nell'ODG del governo. Esistono centinaia di casi come quello di Erica.

    Giuseppe Mirisciotti ITALYabout 1 month ago Liked 1
    Ma come, ci sono i ricongiungimenti per gli immigrati e si fa difficoltà a farli per gli italiani?

    Maria Grazia Trombetta ROMA, ITALYabout 1 month ago Liked 1
    perchè sono madre di militare e ritengo giusto che sia fatto.

    Nazario Di Maso MOLINELLA, ITALYabout 1 month ago Liked 1
    Perché non ci devono essere nella nostra bella Italia ancora quelle differenze sociali che tutti non vogliamo ma che purtroppo ancora oggi sono presenti, eliminare una legge sbagliata come questa significa essere civili









    RispondiElimina
  11. girolamo menichetti ITALYabout 1 month ago Liked 1
    perché è previsto per gli immigrati figuriamoci se non lo appoggio per noi italiani, con la speranza che laura boldrini, presidente della camera è

    mauro mario, ministro della difesa facciano qualcosa per i nostri militari


    Stefano Partenza ITALYabout 1 month ago Liked 1
    perchè è previsto per gli immigrati figuriamoci se non lo appoggio per noi italiani

    mario frullani LUCCA, ITALYabout 1 month ago Liked 1
    Ti capisco benissimo !... purtroppo ci sonompassato anch'io .

    Un ""GRANDE IN BOCCA AL LUPO"".

    Leonardo Tatangelo SAN POLO, ITALYabout 1 month ago Liked 1
    Sono un sottufficiale dell'Aeronautica e sono lontano dalla mia famiglia da oltre ventun anni.

    RispondiElimina
  12. Alessandra Leone SEREGNO, ITALYabout 1 month ago Liked 1
    Perchè so cosa significa avere chisi ama lontano! Ti sono vicina!

    Italo Piemonte ITALYabout 1 month ago Liked 1
    UNA COSTITUZIONE DEMOCRATICA E MODERNA NON PUO' FARE DISTINZIONI FRA I CITTADINI DI UNA STESSA NAZIONE, DIRITTI E DOVERI DEVONO MARCIARE DI PARI PASSO, VEDASI AD ESEMPIO L'ART. 52 DELLA COSTITUZIONE, DOVE SI PARLA DI (GIUSTO) DOVERE SENZA DISTINGUO; SE DOVESSIMO PREVEDERE DELLE DISTINZIONI, NELLA COSTITUZIONE, ALLORA IO AVREI UN OCCHIO DI MAGGIOR RIGUARDO NEI CONFRONTI DI CHI SERVE IL PROPRIO PAESE IN UNIFORME; CHI PORTA LE STELLETTE VEDE GIA' RIDOTTI I SUOI DIRITTI COME CITTADINO, E QUESTO LO CAPISCO E SONO COMUNQUE CONCORDE. E' PER TUTTE QUESTE CONSIDERAZIONI, ED ALTRE CHE RICHIEDEREBBERO MOLTO PIU' SPAZIO, CHE SOTTOSCRIVO QUESTA PETIZIONE.

    Gigliola Foglia GRIANTE CO, ITALYabout 1 month ago Liked 1
    perché così è una situazione assurda.

    Franco Camaggi ITALYabout 1 month ago Liked 1
    sono un colonello della riserva e in generale ho vissuto le stesse le stesse problematiche, confermo che gli anni persi dell'infanzia dei figli non li rende niente e nessuno e consolarsi con i nipoti non ripaga del disagio subito

    Claudio Bruschi ITALYabout 1 month ago Liked 1
    dalle istituzioni sempre belle parole sulle tutele delle famiglie, ma ai fatti si fa poco o niente.....fra una famiglia non è facile e ancor più difficile mantenerla....mi auguro che firmando questa petizione qualcosa cambi......auguri erica...

    Umberto Guarriello ITALYabout 1 month ago Liked 1
    un atto di giustizia che non costa niente allo stato

    Raffaella Cardone BOLOTANA (NU), ITALYabout 1 month ago Liked 1
    La famiglia, di qualsiasi tipo essa sia, è un diritto per i giovani che stanno vivendo una vita precaria

    Lorella Costanzo ITALYabout 1 month ago Liked 1
    ogni 'lavoratore' ha pari dignità, chiunqu e sia e qualunque lavoro svolga

    RispondiElimina
  13. Lucio Ronco SPAINabout 1 month ago Liked 1
    Perché é giusto che sia cosí. Io provengo dall'ambiente militare. Giá ai miei tempi solo chi si fidanzava con una ragazza del posto veniva trasferito d'ufficio. Ora le cose sono cambiate in meglio, ma esistono tuttavia queste storture ingiuste

    BIANCA FILERI ROMA, ITALYabout 1 month ago Liked 1
    permettiamo il ricongiungimento agli extracomunitari e non lo permettiamo x i nostri militari? E assurdo

    bernardina capuani ROME, ITALYabout 1 month ago Liked 1
    Non è SOLO importante.. definirei piuttosto DOVEROSO, da parte dello Stato, il riconoscimento di un DIRITTO a maggior ragione perchè spettante a coloro che lo stanno sevendo!!

    Rusconi Maria Antonietta BORGOLAVEZZARO (NO), ITALYabout 1 month ago Liked 1
    la Famiglia deve essere unita

    Antonio Tessitore OTTAVIANO - NAPOLI, ITALYabout 1 month ago Liked 1
    Sempre per lo stesso motivo; non ci sono cittadini di serie A, non ci sono cittadini di serie B! Ci sono solo cittadini "onesti" o disonesti! E a questi ultimi va sempre tutto bene! Chissà perchè!!!

    Marco Federico ITALYabout 1 month ago Liked 1
    Anche se nelle Forze Armate due coniugi devono avere gli stessi diritti dei civili...

    Dimitris Michalopoulos ATENE, GRECIA, GREECEabout 1 month ago Liked 1
    Perché capisco benissimo la situazione.

    ascoli lorella ROMA, ITALYabout 1 month ago Liked 1
    credo che la famiglia sia alla base del vivere civile

    David Contini VENEZIA, ITALYabout 1 month ago Liked 1
    Perché una legge simile ci voleva già molti anni fa e non sarà mai abbastanza presto per averla.

    Claudio Pastore PAVIA, ITALYabout 1 month ago Liked 1
    Condivido appieno lo spirito e il testo della petizione, e aggiungo che purtroppo anche in altre incombenze della vita quotidiana le famiglie dei militari di altri Paesi ricevono molti più aiuti dai rispettivi Governi. In tanti se ne usciranno con la tipica frase....ma hanno scelto loro di fare quella vita, ecc. ecc.

    Dice bene la sig.ra Erica "Vogliamo tutela e impegno dello Stato nei confronti di chi è da sempre vostro servitore". Spesso in molti si dimenticano che queste persone sono al servizio dello Stato per la nostra tutela.

    RispondiElimina
  14. Ricciotti Valenti ITALYabout 1 month ago Liked 1
    Ho molti cari amici nelle forze armate e trovo più che giusto che le famiglie siano unite. Non trovo invece giusto che lo Stato Italiano schiavizzi i propri cittadini con stipendi da fame e poi, oltre tutto, fa anche la voce grossa

    Fiammetta Carella OSTIA ANTICA - ROMA, ITALYabout 1 month ago Liked 1
    tutti dobbiamo avere gli stessi diritti, il lavoro non può essere considerato di serie "B" solo perché si tratta di privati

    vincenzo campobasso SAN GIOVANNI ROTONDO, ITALYabout 1 month ago Liked 1
    Capisco il problema, perché io stesso ho vissuto analoga situazione. Dopo quattro anni di Belgio, invece di essere destinato dove avevamo comprato casa, fui assegnato a Roma e, per circa tre anni, feci il pendolare settimanale. Avuta la fortuna della trasformazione del reparto di mia appartenenza (unico aeronautico tra molti ufficiali e sottufficiali dell'E.I.), fui comunque trasferito ad 80 km da casa, diventando pendolare quotidiano, fino a quando, dopo otto anni, non decisi di chiudere (per fortuna avevo 39 anni di contribuzione!).

    michela provenzano ITALYabout 1 month ago Liked 1
    gli immigrati hanno questo diritto, perchè gli italiani no?

    Marina Cilurzo ROME, ITALYabout 1 month ago Liked 1
    Sosteniamo lo stato sostenendo soprattutto le famiglie. Difendiamo il nostro paese con la forza dell'amore oltre che con le forze.....armate

    Fabio Fares EMPOLI, ITALYabout 1 month ago Liked 1
    Perchè sono un militare anche io e soffro dello stesso problema di lontananza dlla mia famiglia.

    Armando Stavole ROMA, ITALYabout 1 month ago Liked 1
    Ho sofferto lo stesso problema e la localita' deve essere la piu' vicina possibile

    RAFFAELE AUGELLO ITALYabout 1 month ago Liked 1
    Per la salvaguardia degli affetti coniugali e familiari che sono alla base del legame matrimoniale di coppia sana e normale ancora oggi in Italia!

    Alberto Bertozzi RICCIONE, ITALYabout 1 month ago Liked 1
    meno sudditi e più cittadini, spero sia importante abbastanza.

    Marcello Lauritano ALBA (CUNEO), ITALYabout 1 month ago Liked 1
    Perché mi sembra un diritto fondamentale tutelare la famiglia, oltre la singola persona

    RispondiElimina
  15. Roberta Cavallaretto PADERNO DUGNANO (MI), ITALYabout 1 month ago Liked 1
    La famiglia è importante e non va divisa.

    Giampiero Damiano RATCHABURY, THAILANDabout 1 month ago Liked 1
    Non faccio parte di questa categoria ma quello che scrive questa mamma e moglie e piu che legittimo

    Antonio Vettorel SANT'ARPINO (CE), ITALYabout 1 month ago Liked 1
    La Famiglia è il Vero senso della Vita!

    rosy gulino ITALYabout 1 month ago Liked 1
    la famiglia prima di tutto

    giovanni cau ITALYabout 1 month ago Liked 1
    la più importante direi vivere con la propria famiglia,,,essere presente come marito,padre e figlio,,,sperando nella buona coscienza di chi potrebbe aiutarci,,,GRAZIE DI CUORE PER LA POSSIBILITà DI AVER APPELLATO

    Giovanni Di Riso ITALYabout 1 month ago Liked 1
    Perchè sono uno di quelli che ha la moglie che lavora nel privato ed io faccio il pendolare ogni fine settimana per vedere la mia famiglia!!!

    francesco pio chirico ITALYabout 1 month ago Liked 1
    la famiglia è un valore ,il perno della nostra società. noi prestiamo giuramento per la salvaguardia dello stato delle publiche istituzioni beh l'istituzione piu importante ovvero la famiglia non ci viene concessa di proteggerla anzi spesso va a rotoli...

    costanzo claudia ITALYabout 1 month ago Liked 1
    Da 13 anni viaggi continui tra Sicilia e Campania..Dopo 12 anni di fidanzamento, abbiamo deciso finalmente di sposarci.Per seguire mio marito ho lasciato la mia attivita'.Un tabacchino ( Attivita' dipendente dallo stato).Abito quindi a Caserta, vicino a lui ; ma lontano dalla nostra terra, dalla nostra casa e dai nostri affetti.

    DOMENICO NOTARO SAN MICHELE AL TAGLIAMENTO, ITALY2 months ago Liked 1
    E' importante perchè oltre ad avere diritti uguali a persone di altri enti statali, da la possibilità di seguire la propria famiglia e nn perdersi momenti che ognuno di noi nn vorrebbe mai perdere, tipo la crescita dei propri figli, l'amore della moglie ecc... il sogno di tutti quanti noi è quello di formarsi una famiglia unita sotto lo stesso tetto. Servire lo Stato nn vuol dire fare una vita da nomadi.

    Diana Biofilia ITALY2 months ago Like 1
    Lontananza da mio marito da 15 anni. Una vergogna. Perchè devo essere costretta a scegliere tra l' amore con un tenore di vita bassissimo e la solitudine con un tenore di vita accettabile, se pago le tasse come (quasi) tutti e lavoro affinchè il mio futuro e quello di molte altre persone sia migliore?

    RispondiElimina
  16. Luana Maria Jaselli ITALY2 months ago Liked 1
    Quello che viene richiesto alla maggioranza delle famiglie militari di oggi , è di scegliere tra mantenere il lavoro di entrambi i coniugi ,oramai necessario per il sostentamento della famiglia e arrivare alla fine mese e il diritto ad una famiglia unita sotto lo stesso tetto.

    Una scelta pesante, che porta molte famiglie a scegliere di diventare "famiglie part-time"a Km di distanza,che si riuniscono il fine settimana per poche ore.Oppure conducono molte donne a scegliere di sacrificare il proprio impiego, magari frutto di anni di studio e impegno per crearsi una posizione, per il benessere della propria famiglia, ma con difficoltà economiche all'ordine del giorno.

    Sollecito pertanto le Istituzioni a farsi carico di questo problema e a dare risposte concrete alle numerose famiglie militari che ogni giorno vivono questa realtà.

    Mariella Altopiedi ITALY2 months ago Liked 1
    moglie di militare con un bimbo di 2 anni

    simona pagani ITALY2 months ago Liked 1
    è semplicemente una cosa giusta!

    bisogna mettersi nei panni altrui ognitanto...e forse il mondo sarebbe migliore!

    Loredana Barbagallo ITALY2 months ago Liked 1
    Al fine di favorire la formazione della famiglia, da sempre nucleo essenziale delle relazioni umane e prima società nella quale ogni bambino cresce e comincia a relazionarsi, ritengo che tale disegno di legge costituisca un passo fondamentale per il nostro paese. La famiglia, quale bene costituzionalmente garantito, deve garantire ad ogni bambino il diritto di crescere con entrambi i genitori, i quali hanno il compito “di mantenere istruire ed educare la prole” come disciplina l’art. 147 del codice civile. L’adempimento di tale obbligo appare quanto mai difficile se il genitore si vede costretto per lavoro ad abitare a kilometri di distanza dal figlio,inoltre nello stato di crisi in cui versa la nostra nazione non è altrettanto facile pensare di poter vivere con un solo stipendio e cosi si riduce la possibilità per un coniuge che ha già trovato lavoro di seguire l’altro, ovunque esso si trovi, perché sa che non potrà fare fronte alle spese della famiglia e alle primarie necessità di questa rinunciando al proprio stipendio. Pertanto, mi auguro vivamente che tutto ciò possa cambiare e che se avrò un figlio, questi possa crescere con accanto entrambi i genitori.

    massimiliano cireddu ITALY3 months ago Liked 1
    Più che giusto!

    Laura Munerato ITALY3 months ago Liked 1
    Non ritengo giusta questa disparità di trattamento fra le tipologie lavorative.Sopratutto in tempi come questi,dove chi ha un lavoro fisso e stabile non può permettersi assolutamente di lasciarlo per avvicinarsi al coniuge militare trovandosi poi disoccupato.

    ELEONORA PAOLINO ITALY3 months ago Liked 1
    perchè un giorno potrei avere lo stesso problema

    Eros Peschiera ITALY3 months ago Like 1
    Ethics!

    maria grazia urbano ITALY1 day ago Like 0
    per la felicità e l'unione delle famiglie

    Elvira Marzio PARMA, ITALY2 days ago Like 0
    Conosco diverse coppie che vivono separate ,divise da diversi km .. Con figli che spesso nn vedono i loro papà per settimane !!!

    RispondiElimina
  17. Sonia Arena PARMA, ITALY2 days ago Like 0
    Sono impiegata a tempo indeterminato come ostetrica in una clinica privata.. e mio marito è militare in un'altra regione.. i concorsi pubblici sono sempre meno frequenti e di questo passo un ricongiungimento lo vedo sempre meno possibile... è importante per noi! Aiutateci a costruire una famiglia serena!

    francesco turrisi ITALY3 days ago Like 0
    è una cosa giusta

    rosa attianese ITALY6 days ago Like 0
    perchè condivido in pieno questo pensiero,essendo anch'io moglie di un militare

    Francesca Compagnone ITALY7 days ago Like 0
    Perchè il mio ragazzo è a 900 km di distanza da me!

    elviana bidasio ITALY8 days ago Like 0
    perchè ci sia un mondo migliore

    norman surricchio MONTESILVANO, ITALY8 days ago Like 0
    Sono un militare con moglie e figlio lontani dalla sede di lavoro.

    erika romano ITALY8 days ago Like 0
    Perchè tra qualche anno diventerò la moglie di un militare dell'esercito italiano.

    Aniello fornaro NAPLES, ITALY9 days ago Like 0
    per congiungermi alla mia famiglia

    Valeria Siddi ITALY9 days ago Like 0
    Sono anche io fidanzata con un militare dell'esercito italiano. Sostengo Erica in questa battaglia che sicuramente fra qualche anno riguarderà me in prima persona in quanto i trasferimenti sono sempre in agguato!!!

    Arianna Azzali ITALY9 days ago Like 0
    perchè ho un lavoro e il mio ragazzo si trova mooolto distante da me! e vorrei anche sposarmi un giorno.............e vorrei avere una famiglia unitaaaaaaa

    fabiana faraone ITALY9 days ago Like 0
    perche credosia doveroso rispettare tutti i principi della costituzione , fra quelli più importanti " la famiglia" che non può certo vivere di pendolarismo . non esistono e non devono esistere , lavoratori di serie a e lavoratori di serie b , i bambini hanno bisogno di vivere la presenza del papà .

    DELFINA LANGELLA ITALY9 days ago Like 0
    PERCHE' UN ADULTO PUO' CAPIRE MA DUE BIMBI PICCOLI NON SI SONO ABITUATI ALL'IDEA DI VEDERE IL PAPA' A TRATTI.

    SPERANZA RICCARDI ITALY9 days ago Like 0
    HO BISOGNO CHE LA MIA FAMIGLIA SIA UNITA!...PER ME MIO MARITO E SOPRATTUTTO LA MIA BAMBINA!!!!

    Marialuisa Colca ITALY9 days ago Like 0
    Sono moglie di militare

    RispondiElimina
  18. Laura Bassoli ITALY9 days ago Like 0
    Sono fidanzata con un ragazzo nelle forze armate e abbiamo dei progetti di vita. Non so se la cosa vale per tutti i corpi ma se fosse così credo che smetterei di cercare lavoro fisso e farei la precaria per tutta la vita. Non vorrei rinunciare ad un contratto ospedaliero (sono un'ostetrica) se dovesse arrivare e non voglio essere costretta a farlo per poter stare con lui.

    Pamela di Vitto ITALY9 days ago Like 0
    Ne condivido l'importanza e la sofferenza essendo anche io compagna di un militare.

    Salidu Alessandro ITALY10 days ago Like 0
    Perché avere un lavoro è importante solo se questo ti aiuta ad avere una famiglia!

    Francesca Di Marco ITALY10 days ago Like 0
    Per far sì che la mia famiglia possa vivere serenamente unita

    serena esposito TORRE DEL GRECO, ITALY10 days ago Like 0
    my fiance is in the army

    francesco caputo VENARIA REALE, ITALY11 days ago Like 0
    Vivo la stessa situazione ed è insopportabile non vedere crescere mia figlia.

    valerio chiricallo ITALY13 days ago Like 0
    for my family

    nicola bottiglieri ITALY14 days ago Like 0
    perche vivo la stessa situazione.

    Natale Mannara ITALY14 days ago Like 0
    Sono 10 anni che vivo la mia storia a distanza con la mia attuale moglie, la quale da tre anni lavora a tempo indeterminato in un'azienda multinazionale privata. Sono 10 anni che una volta al mese, perchè il mio lavoro non mi consente maggiori assenze, rientro a casa e trascorro al massimo una settimana con mia moglie.

    Morena Cucuzza CALTAGIRONE, ITALY15 days ago Like 0
    Perché é importante garantire il diritto alla famiglia a coloro che sono servitori della Patria.

    marco micomonaco ITALY15 days ago Like 0
    io mi trovo a 700km da casa con uno stipendio solo e scendere 3 volte l'anno

    lorenzo pansa VILLAFALLETTO, ITALY15 days ago Like 0
    perchè il benessere della truppa e degli uomini è la cosa più importante. senza il benessere, non si lavora bene.

    Katia Perla ITALY17 days ago Like 0
    Anch'io vivo la stessa situazione con due figli e mio marito (marina militare) fuori dalla città' in cui risiediamo da ben diciotto anni

    Walter Spedicati ITALY17 days ago Like 0
    La famiglia è il perno della società e lo Stato deve tutelarla con tutte le sue forze!

    pasquale curcio ITALY19 days ago Like 0
    Sono 17 anni che faccio il pendolare ho una moglie e 2 splendidi figli.... mi mancono un casino ,,ed a loro gli manco io ....

    CATERINA LAURENDI ITALY19 days ago Like 0
    Credo sia giusto consentire ai militari che hanno famiglia, di poter crescere i propri figli.

    RispondiElimina
  19. emanuele cani ITALY20 days ago Like 0
    L'amore di una famiglia non può e non deve essere logorato dalla distanza....

    Valeria Petrone ITALY22 days ago Like 0
    Non é giusto che ci sia gente che deve aspettare per respirare aria familiare, che perda i più bei momenti o più brutti della propria famiglia. Lo Stato sta violando un diritto Costituzionale, come sempre, sotto i nostri occhi.

    Rosanna Andrisani ITALY22 days ago Like 0
    Anche il mio ragazzo presta servizio nelle Forze Armate e in un futuro non vorrei trovarmi in questa situazione.

    rosanna gaglioti CASTELFRANCO, ITALY22 days ago Like 0
    For our familyerica zoncheddu ITALY

    cinzia tani FIRENZE, ITALY22 days ago Like 0
    Cinzia Tani

    scalas marco ASSEMINI, ITALY23 days ago Like 0
    Perché credo nella famiglia e che ogni moglie o marito ha diritto a poterne creare una, ma soprattutto ogni bambino che ha la fortuna di avere i genitori deve poter stare con loro

    Marco Pitanti ITALY23 days ago Like 0
    Vivo la stessa situazione

    Michela Esposito ITALY23 days ago Like 0
    Il mio compagno e futuro marito è militare

    Marianna Nicolì ITALY23 days ago Like 0
    è un problema che mi tocca in prima persona

    roberto pezzoni ITALY23 days ago Like 0
    penso sia giusto riconoscere il diritto alla famiglia

    emanuela casiddu ITALY24 days ago Like 0
    perchè rivoglio mio fratello CASA.... because i want my brother at home

    Orlando Rossi ITALY24 days ago Like 0
    ma possibile che le famiglie di Italiani che servono la Nazione debbano pietire per quello che per molti delinquenti è un diritto?W le Ff.Aa.!

    teresa Lanzolla ITALY24 days ago Like 0
    solidarietà

    alessia fois ITALY24 days ago Like 0
    Anche per me è importante che venga fatto qualcosa. Anche io sono una ragazza di un militare e per questo,in un futuro, non vorrò non contare nulla e essere separata dal mio futuro coniuge a causa di leggi mancanti o scritte solo per agevolare alcune persone.

    Madeddu Noemi ITALY25 days ago Like 0
    Un soldato vicino a sua moglie e ai suoi figli è un soldato più motivato a svolgere il proprio lavoro, l aspetto psicologico non và trascurato.

    Federica Lanzolla ITALY25 days ago Like 0
    A breve potrei vivere la stessa situazione

    RispondiElimina
  20. MICHELANGELO MEROLA ITALY25 days ago Like 0
    IMPORTANTISSIMO

    Alberto Rovelli TREVIGLIO, ITALY26 days ago Like 0
    Perchè gli sposi hanno il diritto dovere di vivere assieme: le persone valgono sempre di più delle leggi amrziali.

    nicolò livreri LA SPEZIA, ITALY26 days ago Like 0
    sono un militare..

    LEONARDA FATIMA GRAMMATICO LA SPEZIA, ITALY26 days ago Like 0
    il mio compagno è un militare!

    licinio agnoletto SALZANO, ITALY26 days ago Like 0
    LA FAMIGLIA E' IL NUCLEO PRINCIPALE DI QUALSIASI SOCIETA' PER QUESTO E' IMPORTANTE AIUTARE QUESTI RICONGIUNGIMENTI PERCHE' LA LONTANANZA E' DOLOROSA PER CHI HA DECISO DI VIVERE UNA VITA INSIEME SE POI ARRIVA UN FIGLIO-A DIVENTA FONDAMENTALE

    Alba Boccone PALERMO, ITALY26 days ago Like 0
    Anche iomi trovo nella medesima situazione e vorrei godere di tali diritti in quanto sarò a breve moglie di un militare!

    domenico cannito ITALY26 days ago Like 0
    Per aiutare tanta gente

    Alessandra Bufi ITALY26 days ago Like 0
    Per il mio e il futuro del mio compagno

    domenico fazio ITALY26 days ago Like 0
    esperienza familiare

    MARIANNA FORTUNATO ITALY26 days ago Like 0
    FAMILIARI

    Gianmatteo D'Avanzo ITALY26 days ago Like 0
    Senza famiglia non c'è amore

    teresa passatempo ITALY27 days ago Like 0
    I'm a militar's wife. it's a impossible life this.

    Davide Borruto ITALY27 days ago Like 0
    attuare Costituzione e Convenzione Europea dei Diritti dell'Uomo, solidarietà

    Maria Crea ITALY27 days ago Like 0
    molto importante

    annalisa esposito ITALY27 days ago Like 0
    anch'io ho il tuo stesso problema; una bambina e non siamo ancora sposati io vivo a Napoli lui a Legnago. Firmo la petizione per te, ma mi contatti per farmi sapere se hai risolto qualcosa e per indirizzarmi nel come muovermi? grazie

    eleonora strippoli ITALY27 days ago Like 0
    perchè in futuro anche io rischio di trovarmi in questa situazione e sinceramente una famiglia cosi non la voglio...

    Simona Inchingolo ITALY27 days ago Like 0
    Per garantire serenità ai nostri amici militari e alle loro famiglie

    Giambattista Maria Elefante PUTIGNANO, ITALY27 days ago Like 0
    perchè la famiglia è il naturale fondamento della società

    Cosimo iurlaro ITALY28 days ago Like 0
    la mia famiglia è lontana da dove vivo per lavoro

    Sabrina Salvati ROMA, ITALY28 days ago Like 0
    La Famiglia é la prima istituzione nella quale crediamo!

    Domenica Crea REGGIO DI CALABRIA, ITALY28 days ago Like 0
    Perché sono moglie di un militare che presta servizio in una regione differente da dove vivo io che sono sua moglie e un bimbo di 11mesi che sto crescendo da sola.ho perso ogni speranza

    Rizzardi Maria Cristina ITALY29 days ago Like 0
    diritti e tutela della costituzione, giustizia, Diritto al lavoro,alla vita,Diritto di famiglia !! , diritto ad un salario equo che nel 2013 non è piu' adeguato nemmeno per il sostentamento !

    gabriella d'alessandro ITALY30 days ago Like 0
    perche' ho amici che vivono questo disagio

    Arcangela La torre MANFREDONIA, ITALYabout 1 month ago Like 0
    La famiglia deve essere sempre unita!!!

    Sauro Rosati ITALYabout 1 month ago Like 0
    In questo Stato impegnato a tutelare i " diritti " degli altri non mi meraviglia che si lasci nel dimenticatoio i diritti degli Italiani. Questo Paese verrà distrutto da una classe politica troppo sensibile al politicamente corretto e indefferente ai veri bisogni dei contribuenti

    benedetto luigi severgnini LI BRIGNANO D'ADDA, ITALYabout 1 month ago Like 0
    i diritti non devono ridursi a privilegi

    Roberto Verde GRICIGNANO DI AVERSA, ITALYabout 1 month ago Like 0
    La famiglia va sostenuta e il diritto al ricongiungimento al coniuge va positivizzato!

    RispondiElimina
  21. Enrichetta Mazza Privitera ITALYabout 1 month ago Like 0
    La famiglia è il bene più prezioso da tutelare.

    antonella gabriella marchetti ITALYabout 1 month ago Like 0
    prima dei doveri contano gli affetti

    Cecilia Roversi ITALYabout 1 month ago Like 0
    Perchè ogni lavoratore ad avere accanto la sua famiglia ed i suoi affetti, e non deve essere obbligato a pensare di dover lasciare un impiego per crearsi una stabilità.

    Carmela Pastorella-Santoro ZüRICH, SWITZERLANDabout 1 month ago Like 0
    Perché l'amore trionfi sempre....

    antonella rabolini ITALYabout 1 month ago Like 0
    mi pare naturale......

    GIANNI BONIZZI GOITO, ITALYabout 1 month ago Like 0
    !°-umanamente ed economicamente comprensibile anche se c'è di peggio - 2° Dirit

    ti e doveri uguali per tutti

    Roberto Rabito Crescimanno ITALYabout 1 month ago Like 0
    l'uguaglianza tra cittadini è la base della democrazia

    Franco Rapino MODENA, ITALYabout 1 month ago Like 0
    la famigli è il nucleo fondamentale della società italiana

    celia elena fraigola MILANO, ITALYabout 1 month ago Like 0
    NON SON D´ACCORDO CON L ´ESERCITO IN NESSUN PAESE, MA SI CON CHE LA FAMIGLIA DEVA STARE INSIEME

    antonio gigliano ITALYabout 1 month ago Like 0
    E' uno dei motivi principali che mi ha portato alla separazione legale

    vito semeraro STATTE, ITALYabout 1 month ago Like 0
    sarebbe una legge giusta visto il futuro delle forze armate

    giovanni azzaro ITALYabout 1 month ago Like 0
    la famiglia è un nucleo vitale della società.

    nadia Cipracca MOGLIANO VENETO, ITALYabout 1 month ago Like 0
    Perché l'art. 1 della nostra Costituzione sancisce che questa Repubblica è fondata sul lavoro e non fa distinzioni fra pubblico impiego e lavoro privato. Sempre di lavoro si tratta e allora rispettino chi lo fa e non ultimo, ma anzi, il più importante, riguarda la famiglia, così cara ai politici in campagna elettorale.

    Michele Romeo TRIESTE, ITALYabout 1 month ago Like 0
    L'argomento mi riguarda personalmente.

    SILVIO Mazzetto PADOVA, ITALYabout 1 month ago Like 0
    Anche se non conosco nessuno dell'esercito, ritengo che la famiglia sia al primo posto, e che lo stato debba fare di tutto per agevolarla e tutelarla.

    RispondiElimina


  22. Giancarlo Papuzza PALERMO, ITALYabout 1 month ago Like 0
    Sarebbe un gesto di civiltà oltreché' di grande umanita

    Martina Natali ITALYabout 1 month ago Like 0
    E' giusto che i nostri militari, che ci proteggono ogni giorno, non debbano sacrificare il sogno di poter avere una famiglia.

    christin reni MILANO, ITALYabout 1 month ago Like 0
    perché sarebbe disumano impedire l'Amore che deve trionfare sulla violenza

    corrado solari ITALYabout 1 month ago Like 0
    i figli si educano in due.

    GIANFRANCO ESPOSITO ITALYabout 1 month ago Like 0
    diritti

    donatella papalia ITALYabout 1 month ago Like 0
    perchè è giusto

    francesco GIORDANO UDINE, ITALYabout 1 month ago Like 0
    mandate un altro al suo posto!

    Arturo Pellizzari CERVIGNANO DEL FRIULI UD, ITALYabout 1 month ago Like 0
    Ogni cittadiono italiano deve avere uguali diritti e non solo doveri.

    Rosa Vedanta Rosati COMO, ITALYabout 1 month ago Like 0
    Uno Stato Civile deve imparare a tenere conto del lato Umano di ogni situazione familiare. Occorre impegnarsi per una governabilità che abbia un Cuore, realmente al Servizio del cittadino e non che produca "eroi". Basta con queste logiche e soprusi. Master*Terapeuta Osho neo Reiki Prem Vedanta www.zenschool.it

    Silvano Maino SESTO SAN GIOVANNI, ITALYabout 1 month ago Like 0
    Credo nella famiglia

    carmelo zermo CATANIA, ITALYabout 1 month ago Like 0
    è giusto, ma sarà difficile

    Franco Zanoni TREVISO, ITALYabout 1 month ago Like 0
    Perchè tutti hanno diritto di vivere pienamente la propria famiglia, indipendentemente da quello che penso riguardo al servizio militare e a tutto quello che ciò implica e al quale sono fermamente contrario.

    felicia verderajme MOLINETTO (BS), ITALYabout 1 month ago Like 0
    perchè la famiglia, per essere tale, deve vivere insiemwe

    grazia bolognese ITALYabout 1 month ago Like 0
    la famiglia vive un momento di grande complessità . Essa è un nucleo forte quando tutti i componenti vivono insieme " fisicamente" e si sostengono a vicenda, Un genitore non può essere latitante ....

    Carmelo Stara ASSEMINI, ITALYabout 1 month ago Like 0
    perchè i figli devono poter essere cresciuti da entrambi i genitori

    Guerrino Carraro ITALYabout 1 month ago Like 0
    È segno di civiltà ed umanità

    RispondiElimina
  23. Pasquale La Valle MONTESPERTOLI, ITALYabout 1 month ago Like 0
    e' MOLTO IMPORTANTE ANCHE PER LA TRANQUILLITà E LA SICUREZZA CHE DAREBBE AL MILITARE AVERE AL MOGLIE VICINA. pER ME QUESTO NON DOVREBBE ESSERE APPLICATO AI MILITARI IN MISSIONE.

    Leonida Romualdi ITALYabout 1 month ago Like 0
    La famiglia è l'unica entità che deve rimanere tale.

    alioscia battini ITALYabout 1 month ago Like 0
    La famiglia è un microcosmo la particella elementare della società quindi dello Stato. Chi serve lo stato potenzialmente fino all'estremo sacrificio DEVE essere messo in condizione di assolvere almeno i propri obblghi famigliari.

    galileo costanzo ITALYabout 1 month ago Like 0
    CERTO PER L'IMPORTANZA BASILARE DELLA FAMIGLIA, CERTO NON IGNORANDO LE REALI ESIGENZE DELL'ESERCITO.

    Antonia Messina ITALYabout 1 month ago Like 0
    Perchè se la famiglia è unita tutto si affronta con amore.

    Giuseppe Gsp ITALYabout 1 month ago Like 0
    Sarebbe una cosa logica , m a forse troppo semplice

    Barbara Massari VERONA, ITALYabout 1 month ago Like 0
    Per tutelare il diritto alla famiglia e i diritti dei figli .

    ALESSANDRO CITARELLA ITALYabout 1 month ago Like 0
    Dobbiamo avere tutti pari diritti !

    ERMANNO DIGIESI CORATO(BA), ITALYabout 1 month ago Like 0
    Perchè avendo fatto anch'io, a suo tempo, il servizio militare, comprendo le motivazioni della petizione e ritengo che lo stato avrebbe ogni interesse ad avere in servizio soldati non infelici e preoccupati per le sorti della propria famiglia.

    maurizio femio MOGLIANO, ITALYabout 1 month ago Like 0
    exstracomunitari si italiani che lavorano e difendono lo stato no!!!!!!vergogna!!!!!!!!!!!!

    Antonio Terranova 43124 PARMA, ITALYabout 1 month ago Like 0
    Perché e giusto che le famiglie stiano insieme.

    Silvia Minari PARMA, ITALYabout 1 month ago Like 0
    E' ora che i diritti siano per tutti e non solo per i pochi e soliti privilegiati della pubblica amministrazione. Solo allora saremo una repubblica democratica. Facciamo un passo avanti. Coraggio

    Gian Paolo Cutilli FRAGAGNANO, ITALYabout 1 month ago Like 0
    perche anche io sono militare

    Davide Gelardini CHIASSO, SWITZERLANDabout 1 month ago Like 0
    E una giustissima causa, chi é sempre servitore dello stato dovrebbe almeno avere questo minimo impegno da parte dello stato, che appunto non gli costa niente

    fernando PERVILLI ITALYabout 1 month ago Like 0
    Ho fatto il militare per 33 anni e so a quali sacrifici le famiglie vanno incontro.

    RispondiElimina
  24. Edoardo Priori ABBIATEGRASSO, ITALYabout 1 month ago Like 0
    Abbattiamo gli ostacoli per tutti, non solo per alcuni casi speciali.

    Rita Garofoli TERNI, ITALYabout 1 month ago Like 0
    per me non è importante, ma lo è per tante coppie giovani che vogliono vivere nella stessa Regione senza dover rinunciare ad un lavoro per poter vivere insieme.

    david valenti MERANO, ITALYabout 1 month ago Like 0
    odio chi non riconosce agli altri i propri sforzi fatti per raggiungere i loro obittivi

    Nicola Tancredi ITALYabout 1 month ago Like 0
    perché trovo giusta questa petizione e spero si faccia qualcosa affinché questi disagi non esistano più.

    Marcello Gaspa ITALYabout 1 month ago Like 0
    Perchè sono un ex militare di carriera e adesso che dopo il congedo mi sono sposato e ho due bambini piccoli non posso neanche lontanamente pensare di vivere vedendoli una volta ogni tre mesi..... E poi il problema della tutela inesistente da parte dello stato per tutti i lavoratori del settore privato (per non parlare dei liberi professionisti che non hanno nemmeno diritto agli assegni familiari) è uno dei buchi neri dello Stato Italiano. Brava Enrica, hai dato voce a decine di milgliaia di "scapoli geografici" e, soprattutto, ai loro figli.

    Antonio Lorenzo Deplanolo USSàSSAI, ITALYabout 1 month ago Like 0
    non per me ma per tanti altri come me

    Silvia Belcaro ITALYabout 1 month ago Like 0
    Perchè moglie di un militare che lavora in un'altra regione

    Vincenzo Zaccaria VESCOVATO, ITALYabout 1 month ago Like 0
    Per me è molto importante perché una famiglia deve crescere insieme ed unita,i diritti della famiglia sono sacri .......è poi anche perché io ho mio figlio che è un militare è sta vivendo lo stesso problema, ma sempre orgoglioso di servire il proprio paese

    Mauro Tombesi ITALYabout 1 month ago Like 0
    Perchè anche queste discriminazioni dimostrano come si riempiono la bocca con paroloni quali Costituzione, Democrazia, e non sanno neppure da che parte siano.

    Salvatore Piscopo ANZIO, ITALYabout 1 month ago Like 0
    Vivo lo stesso disagio e la capisco benissimo.

    Caterina Mancuso ITALYabout 1 month ago Like 0
    condivido .....iniziamo a fare la differenza .....

    francesca cetrullo CASALECCHIO DI RENO, ITALYabout 1 month ago Like 0
    sono una madre di tre figli

    Rossella Vido MILANO, ITALYabout 1 month ago Like 0
    Siamo o no tutti uguali?

    renata busollo PADOVA, ITALYabout 1 month ago Like 0

    la famiglia è un bene prezioso

    Roberta Bertani ITALYabout 1 month ago Like 0
    perchè tutelare il proprio posto di lavoro è non solo un dovere ma un diritto di tutti

    Giovanni Rombi ROME, ITALYabout 1 month ago Like 0
    Sono un pensionato della Marina Militare dove ho prestato servizio per 40 anni. Quindi ho vissuto in prima persona il dramma dei trasferimenti e della lontananza da mia moglie e dai miei figli.

    paola rossi VENEZIA, ITALYabout 1 month ago Like 0
    Le famiglie devono condividere l'educazione dei figli

    RispondiElimina
  25. Tommaseo Marongiu ITALYabout 1 month ago Like 0
    Perchè in uno Stato democratico certi problemi non dovrebbero neanche esistere, visto che si parla tanto di non sradicare gli individui dal prorpio paese natio.

    carmen giugliano POTENZA, ITALYabout 1 month ago Like 0
    perche' e' giusto che la famiglia sia unita

    Piero Marenco LIVERPOOL, UNITED KINGDOMabout 1 month ago Like 0
    ho navigato tutta la vita e so cosa significa stare lontano dalla famiglia, La boldrini temo non lo sa

    Ute Gruener BOLZANO, ITALYabout 1 month ago Like 0
    Mi ricorda le preferenze che ottengono maestre che diventano mamme. Nel settore privato nessuna donna puó allontanarsi dal lavoro piú di qualche mese senza perdere il posto di lavoro. come ha detto erica, esistono gente A e B come sembra.

    GIUSEPPINA ATZORI MACOMER, ITALYabout 1 month ago Like 0
    Facciamo in modo che ,i militari,che vivono sempre con le valige appresso,possano ricongiungersi alla loro famiglia.FIRMIAMO TUTTI!

    Renzo Scaramella ROVERETO - TN, ITALYabout 1 month ago Like 0
    discriminazioni di questo tipo sono indegne di un paese civile!!

    Mario Chinello BORGO TICINO (NO), ITALYabout 1 month ago Like 0
    E' importante perchè il diritto ad avere una famiglia unita e solidale, ritengo sia condizione essenziale per la crescita dei figli e della nostra società.

    Mario Quaglio MIRA, ITALYabout 1 month ago Like 0
    Se la montagna non va da Maometto , Maometto deve andare alla montagna , con questo voglio dire che il problema no è da poco , però credo che non sia fattibile,perchè la Famiglia in quanto tale dovrebbe rimanere unita.Lagunare Mario Q.

    Marfoli Gianfranco POGGIO NATIVO (RI), ITALYabout 1 month ago Like 0
    perché per me è sta la stessa cosa, anch'io ho fatto parte di forze armate ed ho avuto lo stesso disagio, la capisco perfettamente!

    Fiore lla viscardi PADOVA, ITALYabout 1 month ago Like 0
    Stessa situazione

    Giuseppe Girone ITALYabout 1 month ago Like 0
    PERCHE' UNA FAMIGLIA E' TALE QUANDO DUE PERSONE VIVONO SOTTO LO STESSO TETTO, ALTRIMENTI I FIGLI AVRANNO GENITORI PART-TIME E NON CREDO SIA UNA COSA BUONA

    Lidia Zitara SIDERNO, ITALYabout 1 month ago Like 0
    Si parla tanto di valori familiari, e proprio la normale vita familiare viene negato agli uomini e alle donne che difendono l'Italia?

    ernestina gelera CASALETTO CEREDANO, ITALYabout 1 month ago Like 0
    hanno il diritto di poter stare vicino alle loro famiglie.

    giampaolo corrias MACOMER (NUORO), ITALYabout 1 month ago Like 0
    perche' condivido appieno le motivazioni che la zoncheddu benissimo esprime. Niene figli e figliastri.

    marco comolli INDUNO OLONA, ITALYabout 1 month ago Like 0
    Tutti i cittadini italiani, indipendentemente dal loro stato sociale o situazioni professionali hanno diritto allo stesso trattamento da parte dello stato.

    Graziella Castelletti GROTTAMMARE (AP), ITALYabout 1 month ago Like 0
    E' buonsenso!

    RispondiElimina
  26. isabella tognon SETTIMO MILANESE, ITALYabout 1 month ago Like 0
    La famiglia è tutto e tutto di deve fare per mantenerla

    Roberta Russo ITALYabout 1 month ago Like 0
    Roberta Russo

    marina rigazzi BUTERA, ITALYabout 1 month ago Like 0
    PER RICONGIUNGERE FINALMENTE LE FAMIGLIE ..MA TRA TUTTE LE LEGGI "IDIOTE" QUESTA E' QUELLA CHE LO E' DI PIU'

    Giuliana Foddis SARDEGNA, ITALYabout 1 month ago Like 0
    perchè i nostri ragazzi, mariti hanno il diritto e il dovere di stare e di vivere vicino alle loro famiglie......

    AGNESE MEREU ITALYabout 1 month ago Like 0
    perchè è giusto che tutti e due genitori siano presenti nell'educazione dei propri figli per formare una vera famiglia.

    Caterina Schepis ITALYabout 1 month ago Like 0
    E' importante per me, perche' purtroppo conosco molto bene questa situazione e i disagi che provoca. Li stiamo vivendo sulla nostra pelle, io mio figlio e mio marito

    Francesco Prudente ITALYabout 1 month ago Like 0
    Perchè ognuno deve avere la libertà di vivere e risiedere accanto ai suoi affetti!

    Irene Bàrranu CAGLIARI, ITALYabout 1 month ago Like 0
    Amici

    patrizio ciangola ITALYabout 1 month ago Like 0
    potersi ricongiungere con la propria moglie e poter pensare di costruire una famiglia insieme e non con km di distanza che lo impediscono sarebbe il massimo!

    PIETRO PAOLO RUSSO ITALYabout 1 month ago Like 0
    tutti devono avere il piacere di potersi godere la propria famiglia con moglie,marito e figli.

    RispondiElimina
  27. ANGELA DE LEO ITALY2 months ago Like 0
    bastano poche parole: per vivere una vita "davvero" insieme.

    pellecchia deborha ITALY2 months ago Like 0
    the last year my brother in law mission in iraq could not return to give the last hug to his cousin of 20 years died in a car accident, the two were like brothers and he feels bad x ancolra this.

    Luigi Grasso ITALY2 months ago Like 0
    perchè la famiglia è la prima cosa al mondo.

    Marco Campagna ITALY2 months ago Like 0
    vivo questa situazione da 15 anni

    stefania dedoni ITALY2 months ago Like 0
    per amici separati

    Simona Bove ITALY2 months ago Like 0
    Ricongiungimento familiare al coniuge lavoratore commerciante (non si può chiudere un'attività commerciale)

    Sonya Baccaro ITALY3 months ago Like 0
    Per motivi personali

    silvana inglese ITALY3 months ago Like 0
    E' importante per il bene delle famiglie dei nostri soldati. Ci devon difendere ma devon poter stare con i loro cari soprattutto con i loro bimbi

    Antonio Mangione MILANO, ITALY3 months ago Like 0
    Sono un militare sposato con una dipendente civile e sono stanco!!!!!!!!!!

    Giovanna Giovanna ITALY3 months ago Like 0
    Il nostro tempo sta distruggendo le nostre speranze e così anche i nostri legami pur di rincorrere e mantenere un posto di lavoro che ci fa sopravvivere, a discapito delle proprie radici, della propria serenità...non toglieteci il ricongiungimento alla famiglia che abbiamo costruito. Oggi stiamo già perdendo molto, non rubateci anche la gioia di vivere la famiglia sotto lo stesso tetto, GRAZIE

    jessica teresa longo ALBERONA, ITALY3 months ago Like 0
    Perchè tutti hanno il diritto ad avere una famiglia vera, un padre o madre più presente, una vita equilibrata e stabile... parlo da orgogliosa fidanzata di un Leone della Folgore e ciò non riguarda solo me ma tutti gli altri che vivono nella mia situazione

    Matteo Toia ITALY3 months ago Like 0
    Perchè provassero loro a fare la nostra vita anzichè scaldare le poltrone in parlamento

    Alice Garabelli CASTANO PRIMO, ITALY3 months ago Like 0
    I'm a military girlfriend, even if i work at the hospital, i support the cause....

    RispondiElimina
  28. Veronica Occhiali ORBASSANO (TO), ITALY3 months ago Like 0
    perche non e vita vivere l amore a distanza la famiglia va vissuta ogni giorno non solo nel fine settimana

    selenia luisa la leggia ITALY3 months ago Like 0
    il ricongiungimento dovrebbe essere un diritto per gli appartenenti alle FF.AA. ognuno dovrebbe avere la possibilità di vivere nella sua terra accanto alle persone che ama

    Simona V ITALY3 months ago Like 0
    Spero davvero che ciò serva, affinché si tengano unite le famiglie e non separate.

    Quelli "al potere" dovrebbero tener conto delle condizioni reali in cui si vive. Non di ipotesi o fantasie!

    Sono all'inizio di questa avventura come moglie e già vorrei che il mio uomo fosse trasferito nella nostra città natale dove è qui che vive la sua famiglia.


    Simona V ITALY3 months ago Like 0
    Spero che si passino una mano sulla coscienza e si rendano conto della VERA realtà delle famiglie. Sono all'inizio di questo viaggio e già vorrei che mio marito fosse trasferito nella nostra città natale.

    Salvaguardate le famiglie, non distruggetele!

    Laura Santini ITALY3 months ago Like 0
    ---

    RispondiElimina
  29. vi lascio anche la mia storia... mio marito dopo la rafferma è stato destinato a Rimini lì c'è stato diversi anni, ma sempre con il cruccio di voler rientrare nella propria terra.
    Dopo anni di tentativi di spostarsi su Lecce con lo svecchiamento, decide di fare un "compromesso" con se stesso e tenta ...nuova destinazione Bari.
    Arrivano gli esiti e voilà ... 2008 TRASFERIMENTO ACCETTATO.
    Nel frattempo ci eravamo sposati, io da torino mi sono trasferita a rimini, con non poca fatica ho trovato lavoro e la nostra vita si svolge nella routine quotidiana di chissà quante altre famiglie.
    Alla notizia dell'esito positivo cosa succede? Si stravolge tutto, ovviamente ne eravamo coscienti, io lascio il lavoro, e mi ritrasferisco in provincia di Lecce, lui sa di dover fare il pendolare in bus tutti i giorni avanti ed indietro da Bari, ma questo era tutto calcolato quindi testa bassa e si ricomincia.
    Qui trovare lavoro per me è praticamente impossibile, nel frattempo arriva una bimba nel 2010, quindi la famiglia cresce ed anche le esigenze familiari, quando pensiamo di esserci sistemati ecco il fulmine a ciel sereno... un giorno mio marito mi chiama e mi dice "sai in caserma si dice che qui chiude ma nn si capisce dove ci mandano...a me sembra strano ci hanno mandato qui x trasferimento solo 2 anni fa e poi continuano a mandare personale su trasferimento" PANICO abbiamo un mutuo appena contratto, la bimba piccola, ma mio marito mi rasserena dicendomi che finché faranno il tutto ci vorranno degli anni... 2012 missione in libano, rientrato nel mese di aprile, ancora più insistente questa voce e si ventila una possibile destinazione Altamura.
    E dopo le ferie secondo voi cosa è successo? Tutte le ipotesi si realizzano ... il paradosso è questo, i militari di Altamura tutti a lecce con la postilla che chi voleva andare altrove poteva farne richiesta e sarebbe stato accontentato ... ed i "baresi" ????consideriamo che altamura da bari dista all'incirca 40/50 km tutta di statale, quindi per chi vive a bari è fattibile per il discorso distanza, ma a questo punto le famiglie si ritrovano a dover affrontare delle spese in più, ed i leccesi (all'incirca un centinaio)? Inizialmente si era detto che i pendolari si cercava di sistemarli su bari , addirittura Lecce ed invece ....Tutti ad altamura senza fiatare con nessun margine di possibilità di richiedere altra destinazione a meno che non sia da roma in su, altrimenti se non si accetta Altamura spedizione al nord.
    Non c'è stato il minimo sforzo da parte dell'EI di cercare una via di mezzo, considerando che non molto tempo prima 5 dei loro ragazzi per via del pendolarismo, avevano avuto un incidente stradale e purtroppo il conducente ha perso la vita.
    Ora mi chiedo e dico ma perché avete aperto ai trasferimenti su quella caserma, se sapevate già a priori quale sarebbe stato il decorso delle cose? Questo è il modo in cui ricompensate i vostri uomini/donne meritevoli? Con quale coraggio nonostante gli avvenimenti trascorsi?
    Hanno rovinato intere famiglie ... noi ora ci ritroviamo a doverci sobbarcare il costo del pendolarismo Lecce - Altamura €60 circa a settimana di gasolio , perché si fa a giro con altri 3 colleghi con vetture proprie, a fronte dei €35 abbonamento di autobus (mettiamo in corso anche l'usura delle vetture), considerando anche che non tutte le sere mio marito rientra a casa e quindi io rimango sola con una bimba piccola, con quale presupposto posso pensare ad avere un'altro figlio?, quando rimangono in caserma bisogna cenare, altri soldi che partono, tenendo conto che la caserma di Altamura è fuori mano è d'obbligo avere una vettura.
    Tutto questo con il blocco degli stipendi che è in corso ... perchè noi dobbiamo fare il sacrificio per la patria ... ma mica ci dobbiamo immolare!?
    Non entro nei particolari della vicenda perché sono davvero di basso livello ... se non l'avessi vissuta sulla mia pelle non ci avrei mai creduto.
    La truppa nell'esercito vale meno di zero, nessuna considerazione.
    Grazie EI ..

    RispondiElimina
  30. "Abituati all'assenza perché è sempre presente"Questo è il mio motto da quando sto con mio marito.Mi chiamo Valentina e ho 30 anni sto con mio marito da 14 anni, 11 di fidanzamento e quasi 3 di matrimonio.Sono circa 8 anni che lui presta servizio in Toscana, io vivo in Campania con i nostri due splendidi bimbi.Sono stata cosi fortunata da trovare un lavoro stabile e ben retribuito,che unito a quello di mio marito ci ha permesso di sposarci, mettere su casa e avere le due gioie della nostra vita.....Ma io sono sola.....sono la donna e l'uomo di casa......la madre e il padre dei nostri figli......non posso condividere il nostro bellissimo quotidiano,i progressi dei nostri bambini con l'uomo che amo e con cui credevo di poter vivere.......la mia scelta al momento è vivere senza mio marito o lasciare il lavoro, e poi.....???? Come li cresciamo i figli????? Perche'i miei bimbi devono giocare con il loro papà solo 2 sere a settimana (servizi e missioni permettendo)......Non siamo famiglie degne di nota????? Perche'mio marito non può avvicinarsi a noi e avere la gioia di vivere la sua famiglia???? Siamo forse famiglie di serie B???? Chiediamo solo di poter essere uniti anche nel corpo e non solo nella mente!!!!

    RispondiElimina
  31. Ciao a tutte,sono M.Teresa,sposata da 2 mesi...a novembre dovrò lasciare un posto di lavoro nel privato come farmacista per seguire mio marito in Toscana,purtroppo non ce la sentiamo di continuare la nostra storia a distanza,c'è il mare che ci separa e non siamo per nulla agevolati con i trasporti....e così a 30 anni mi dovrò armare di forza e ricostruire la mia vita...spinta dall'amore per mio marito!!!
    Grazie!!!

    RispondiElimina
  32. Ciao a tutti, sono Anna e dopo tre anni di fidanzamento abbiamo deciso che il prossimo anno ci sposeremo. Purtroppo ci separano tanti km. Siamo entrambi di Bari ma la sua caserma si trova a Budrio a 15 km da Bologna. Io lo seguirei ovunque ma l'amore per la famiglia, per gli amici e per la nostra splendida città ci riempie il cuore di lacrime e dolore. Ogni volta che dopo una breve licenza torna a Budrio mi cade un macigno dritto sul cuore fino a lasciarmi senza fiato e mi convinco sempre di più che l'unico modo per non soffrire questa distanza sarebbe raggiungerlo. Non aiuta sapere che in caserma gli alloggi sono davvero scadenti! Queste strutture fatte di ferro tipo bungalow sono freddissime d'inverno e dei forni in estate, ogni stanza è condivisa da più militari, sono piene di disagi! Ogni anno le procedure di avvicinamento sono più complicate. Non potrò mai smettere di amarlo e di lottare per noi due e nel frattempo non smetteremo di sperare che qualcosa cambi per noi e per tutte le famiglie che vivono le nostre stesse pene.

    RispondiElimina
  33. Ciao a tutti sono la moglie di un militare da 3 anni più 10 di fidanzamento vissuti quasi tutti a distanza...x 6 anni mio marito ha prestato servizio in Friuli e se ci andava bene ci vedevamo una volta al mese, poi nel 2010 con il corso sergenti è riuscito almeno ad avvicinarsi all'Aquila, la nostra città e da premettere che neanche con il sisma del 2009 è riuscito a farsi aggregare...adesso e' a 200 km e torna tutti i fine settimana, ma non è vita questa...abbiamo un bimbo di 2 anni che soffre moltissimo la lontananza dal padre e anche noi non ce la facciamo più...io lavoro nel privato a tempo indeterminato e nella nostra città abbiamo una casa di proprietà dove viviamo e xchè mio marito deve lavorare lontano da casa quando qui ci sono ben 2 caserme?!Noi ci amiamo e vorremmo vivere la nostra vita insieme con nostro figlio come tutte le famiglie normali...è un diritto di tutti...grazie mille x l'opportunità!

    RispondiElimina
  34. A CAUSA DI PROBLEMI TECNICI, SAREMO NOI A RIPORTARE LA TESTIMONIANZA DI SARAH BAù:
    Buongiorno a tutti..ho letto le varie testimonianze e credo mi ripeterò...sono Sarah, ho 25 anni e vivo in provincia di Treviso. L'incubo è iniziato un anno e mezzo fa circa. Finita la scuola di applicazione il mio ragazzo aveva scelto (come da diritto secondo la sua posizione in graduatoria) di essere mandato a Portogruaro, la caserma piu vicina a me. Destinazione accettata, felici come non mai andiamo a vedere una casetta dove andare a convivere..10 giorni prima della fine del tirocinio lo chiamano per dirgli che per alcune circostanze (mai spiegate) il posto per lui non c'era piu. Spedito d'ufficio a 450 km da me.. Premetto che io ho un lavoro qui a tempo indeterminato in una piccola società e che con questi tempi (e coi blocchi che hanno colpito gli stipendi delle Forze Armate) non mi sento di lasciare (anche perchè non mi sembra giusto). Sento dire che gli italiani sono mammoni. Noi saremmo gia sposati e avremmo gia le basi per una famiglia tutta nostra se lo Stato non ci mettesse i bastoni fra le ruote (altro che promuovere la crescita demografica!!!). Lui paga 450 euro d'affitto li, assieme ne paghiamo 400 al mese di treno..850 euro sarebbe un mutuo per una casa che si rispetti!!non possiamo sposarci perchè a)un matrimonio basato su due giorni alla settimana che matrimonio è... b)non abbiamo la disponibilità economica per farlo come ho spiegato sopra.. non possiamo farci una famiglia perchè dove dovremmo andare?? qui con un padre presente due giorni alla settimana (campi e missioni permettendo) o li costringendomi a lasciare il lavoro e tirando a campare a fine mese cn uno stipendio solo?? Tutto questo non è giusto . è giusto che lo Stato riconosca un diritto che tra lavoratori statali (che se vogliamo sono quelli che potrebbero essere trasferiti piu facilmente di tutti) c'è.. e che con questi periodi ci costringa a lasciare un lavoro che non si trova e a 'strapiantarci' dalle nostre terre per andare a fare la fame in giro per l'italia. Ho scritto al Ministero della Difesa..ho scritto al Ministero dei Trasporti chiedendo quantomeno che agevolassero i trasporti pubblici come per i Carabinieri..niente..infondo..sono SOLO una misera pulce.. Quando ho scoperto la presenza di questo ddl mi sono illuminata..l'ho chiamato..'amore abbiamo una speranza..'..e poi??tutto bloccato..solite cose all'italiana. Spero tanto che in tutti possiamo alzare la voce. Io non smetterò di indignarmi e di lottare e di denunciare le ingiustizie..perchè le ingiustizie le odio. Fatevi forza..commentate firmate divulgate..vi prego.. grazie.. Sarah

    RispondiElimina
  35. A CAUSA DI PROBLEMI TECNICI, SAREMO NOI A RIPORTARE LA TESTIMONIANZA DI SARA GALISAI
    Ciao sono sara e come moltissime persone anche io ho un lavoro a tempo indeterminato in sardegna che non posso lasciare per seguire il mio lui perché abbiamo un mutuo da pagare e con il solo suo stipendio sarebbe impossibile.aspetto un bambino che nascerà sotto natale con la speranza che in quei giorni ci sia il papa' vicino.ok che i nostri compagni ci stanno lontani per missioni,campi e tutto ciò che riguarda i loro doveri tutto questo ci sta,però dateci la possibilità di vivere la quotidianità e i giorni che non sono fuori normalmente sotto lo stesso tetto avvicinandoli a noi.adempierebbero comunque il loro lavoro.fate in modo di avvicinarli anche alle mogli che svolgono un lavoro privato che al giorno d oggi é una pazzia lasciarlo con la disoccupazione che c 'è .perché alla moglie che lavora nel privato no ?

    RispondiElimina
  36. Ciao, sono Lara, sono sposata da quasi 7 anni (dopo 9 di fidanzamento) con un militare in servizio da 13 anni. Abbiamo una bimba di 3 anni che circa una volta al mese vede il suo papà ripartire per un lavoro che sta a 1.200 km di distanza. Io lavoro da 10 anni con un contratto di tipo privato. Ogni giorno cerchiamo di riempire il vuoto che si crea con l’assenza di mio marito con video, telefonate, lavoretti “per papà” ma sappiamo che non ci sarà niente che riempirà il vuoto che lascia mio marito ad ogni partenza.
    Credo che la cosa più logorante sia non avere nessuna prospettiva per il futuro.
    Grazie per questa iniziativa

    RispondiElimina